Depositphotos

Tutto quanto serve sapere per vendere e comperare immagini su Depositphotos.

Nome

Depositphotos

Indirizzo

www.it.depositphotos.com

Descrizione

Nella sua presentazione Depositphotos dichiara pomposamente che è la risorsa numero 1 per acquistare e vendere fotografie ed immagini vettoriali royalty-free. Non è vero perché ci sono agenzie ben affermate e con quote di mercato molto più importanti, come Fotolia, Dreamstime, Shutterstock e iStock per fare questo nome. Ciò non toglie che Depositphotos sia tra le agenzie che è cresciuta di più negli ultimi anni, grazie a un sito molto ben organizzato, a compensi discreti per i fotografi e a una politica di prezzi particolarmente aggressiva soprattutto per quanto riguarda gli abbonamenti (consigliato fortemente per i compratori, da questo punto di vista). Anche il fatto di dover acquistare in dollari rende più appetibile i prezzi di questo sito, che arriva a far pagare soltanto dieci centesimi di dollaro una foto se comperata con un abbonamento annuale. L’archivio di foto e illustrazioni è sufficientemente vasto (non rende pubblico il numero esatto ma si ritiene siano oltre 3,4 milioni) per poter trovare quello che serve. La qualità delle immagini è discreta, anche se la selezione poco severa inquina il database con foto di qualità inferiore a quella di siti come ad esempio iStock che sono severissimi nella selezione. Il lato negativo è solo quello di dover scorrere qualche foto in più prima di trovare quella giusta. I fotografi vengono pagati bene e il livello di vendite è decisamente buono, anche se prevalgono le immagini in abbonamento.

Numero di foto in archivio

Non comunicato (pare siano circa 3,5 milioni di immagini)

Lingua

Italiano

Dimensione minima delle immagini

3,4 megapixel. Accetta anche vettoriali e illustrazioni.

Come caricare e inserire le parole chiave

Le parole chiave in Depositphotos possono essere inserite in inglese, tedesco, francese o russo. Non in italiano. Le immagini possono essere caricate via browser e Ftp senza restrizioni sul numero di upload. Depositphotos in effetti incoraggia caricarne il più possibile. La procedura di indicizzazione è molto veloce e interi portafogli possono essere caricati in pochi giorni. Consigliato l’upload tramite Ftp, collegandosi a ftp.depositphotos.com e inserendo gli stessi nome utente e password che servono per accedere al sito.

La selezione degli esaminatori

Tollerante. Un illustratore o un fotografo di discreto o medio livello ben difficilmente si vedrà respingere una foto. La selezione avviene nell’arco di tre o quattro giorni, nei periodi normali.

Quanto guadagnano i fotografi

Depositphotos ha sviluppato una tabella di classificazione per i suoi autori. Man mano che si vendono immagini si passa automaticamente al livello successivo. Maggiore sarà il numero delle foto che si vendono e più elevato sarà il livello. Più il livello sarà elevato, più si guadagnerà dalle singole vendite. Fino a 500 foto si è al primo livello, verde. Da 500 a 5000 si appartiene al secondo livello, bronzo. Oltre le 5.000 foto vendute si è Silver, terzo livello, e dopo le 25.000 si passa al quarto livello, Oro. Il Platino, quinto livello, è riservato a chi ha venduto oltre 150.000 foto. Gli autori che hanno dato l’esclusiva guadagnano di più: dal 50% di percentuale sul prezzo di vendita per il primo livello al 60% del quinto livello. Buone anche le percentuali degli autori non esclusive, che vanno dal 44% del primo livello al 52% del quinto livello. Il compenso per le licenze estese segue lo stesso schema percentuale e va da 8,8 a 26 euro. I compensi per le vendite su abbonamento vanno dai trenta centesimi di dollaro per gli autori di primo livello non esclusivi (trentuno per gli esclusivi) ai 40 centesimi del massimo livello.

Come vengono pagati i fotografi

Via Paypal, Moneybookers o WebMoney una volta raggiunti i 50 dollari. Il pagamento avviene su richiesta, altrimenti i fondi rimarranno senza date di scadenza nell’account pronti per essere riscossi.

Quanto costa comperare le foto

A differenza della maggior parte dei microstock, eccettuato Bigstock che ha la stessa formula, su Depositphotos è possibile anche acquistare una singola foto, senza dover acquistare pacchetti di crediti o abbonamenti. Il fatto di pagare in dollari rende ancora più conveniente il sito per gli europei. Durante i primi sette giorni dall’iscrizione è possibile scaricare gratuitamente cinque foto o vettoriali al giorno di qualsiasi dimensione per un totale di 35 immagini. Al termine dei sette giorni si viene automaticamente iscritti a uno dei piani di abbonamento, a meno che non si cancelli la prova gratuita almeno 24 ore prima delle scadenza. Previsto un ampio ventaglio di scelta per gli abbonamenti, con il piano standard che parte da 99 dollari per scaricare 15 immagini al giorno. Con 1.600 dollari si possono scaricare quaranta immagini al giorno pagandole circa dieci centesimi l’una. Imbattibile, al momento. C’è anche un piano di abbonamento per tre giorni che costa soltanto 19 dollari e che consente di scaricare 10 immagini al giorno. Interessante anche il piano che permette di scaricare per un mese cinque foto al giorno a soli 59 euro. Per quanto riguarda il pagamento con i crediti, ognuno di essi vale circa un dollaro. I prezzi variano dal mezzo credito della foto molto piccole ai nove crediti della foto in altissima risoluzione, quando si compera una foto di un fotografo di primo livello (verdi). I prezzi salgono proporzionalmente al livello dell’autore, ma senza esagerare. Ad esempio una foto medio formato costa 2 crediti se comperata da un fotografo di livello Verde o Bronzo, 3 per i Silver e i Gold e 4 per i fotografi Platino. Questo vale per le licenze standard. Per quelle estese i prezzi vanno dai 30 ai 60 dollari.

Come comperare le foto

Con le maggiori carte di credito e anche via Sms.

Perché comperare o vendere su Depositphotos

Depositphotos accetta senza problemi la maggior parte delle fotografie caricate. Sta crescendo molto e consente di vendere bene grazie a una politica di prezzi particolarmente aggressiva (consigliato per chi compera). Inoltre riconosce ai fotografi non esclusivi commissioni tra il 44 e il 52% e tra il 50 e il 60% a quelli esclusivi. La procedura di indicizzazione è velocissima e l’interfaccia è in italiano sia per chi vende sia per chi compera. Su questo sito, come su Bigstock che ha la stessa formula, è possibile anche acquistare una singola foto, senza dover acquistare pacchetti di crediti o abbonamenti. Un’altra ragione per provare questo sito è rappresentato dal fatto che durante i primi sette giorni dall’iscrizione è possibile scaricare gratuitamente cinque foto o vettoriali al giorno di qualsiasi dimensione per un totale di 35 immagini.

Inizia subito a vendere o comperare su Depositphotos

Ritieni che valga la pena conoscere meglio questo sito per vendere o comperare foto? Inizia a registrarti gratuitamente facendo clic qui.

Be Sociable, Share!

Moreno Soppelsa

Giornalista per professione e fotografo per hobby, scrive articoli ed è specializzato nella realizzazione e nel coordinamento di progetti editoriali "chiavi in mano", dai periodici di settore alle pubblicazioni per bambini. Vende le sue foto tramite le principali agenzie internazionali di microstock. Altre informazioni sui suoi siti principali: http://www.microstockpoint e http://www.soppelsa.it.

More Posts - Website - Twitter - Facebook